I fedeli della parrocchia di Likuyani hanno accolto calorosamente le suore Sarah, Judith e Petronella e hanno offerto loro dei regali per la loro casa.

I fedeli della parrocchia di Likuyani hanno accolto calorosamente le suore Sarah, Judith e Petronella e hanno offerto loro dei regali per la loro casa.

di suor Sarah Chepkorir

Circa un anno fa suor Petronella Muteshi, suor Judith Sambu ed io siamo state ricevute calorosamente nella parrocchia di San Giovanni Battista a Likuyani, nella diocesi di Kakamega, in Kenya. I parrocchiani ci hanno portato tutto il possibile per permetterci di iniziare la nostra nuova casa. Ci hanno persino offerto un posto dove vivere mentre cercavamo finanziamenti per costruire il nostro convento.

La nostra chiamata come Suore Scolastiche di Nostra Signora è “essere uno” e noi tre siamo venute a Likuyani per continuare questa missione di Cristo.

Le persone di Likuyani sono di diverse culture e tribù con una storia dolorosa e un’esperienza di violenza post-elettorale (2007-2008) che ha gettato il nostro paese in subbuglio e traumatizzato molti. Non c’era solo perdita di vite umane e ricchezza, ma anche perdita di fiducia vicendevole.

Mentre ci avvicinavamo alle elezioni del Paese del 2017, abbiamo intensificato i nostri sforzi come costruttori di pace e di riconciliazione. Nel nostro lavoro con le donne, i giovani e i gruppi di bambini nella parrocchia, continuiamo a incoraggiare tutti sull’importanza della convivenza come un’unica famiglia di Dio. Abbiamo anche cercato di raggiungere gli anziani poveri che vivono soli e nessuno li visita e così facendo abbiamo acceso una luce di speranza e amore nelle loro vite.

Il nostro è il dono della comunità e della presenza tra la gente. Lentamente le persone si riconciliano e si abbracciano come fratelli e sorelle.

Anch’io sono volontaria come insegnante alla scuola elementare Elizabeth. È un’opportunità per educare gli alunni  a vivere in armonia, vedere Cristo nel volto di tutti e raggiungere quelli che sono più vulnerabili. Lo faccio attraverso poesie, scenette, canzoni e durante le lezioni, così come durante le sessioni di orientamento e consulenza.

La nostra presenza a Likuyani sta lentamente crescendo e le persone stanno arrivando a capire e ad apprezzare il nostro modo di vivere come donne religiose. Siamo davvero grate al sostegno dei parrocchiani di Likuyani. Nella loro generosità, dimostrano che nessuno è troppo povero per dare e nessuno è troppo ricco per ricevere; insieme continuiamo la missione di Cristo “perché siano uno”.

 

Foto per gentile concessione di suor Joan Namulanda, Nairobi, Kenia

Print Friendly, PDF & Email